Archivi categoria: facsimili

Modelli e materiali vari operativi utili

Modelli e materiali vari operativi utili per il professionista chiamato alle funzioni di Organismo di Composizione delle Crisi da Sovraindebitamento

 1

Istanza al Tribunale per la nomina del professionista svolgente funzioni OCC – comma 9 articolo 15 Legge 3 gennaio 2012 n. 3

Va presentata alla Cancelleria della Volontaria Giurisdizione
(a Firenze, Dottor Antonino Santalucia piano 3 stanza 12 oppure Dott.ssa Rossella Ciaffardini piano 3 stanza 2)

Contributo unificato da euro 98,00
Marca da bollo da euro 27,00
Nota di deposito (codice n. 4.71.999 Altre pratiche relative a procedure fallimentari).
L’istanza si presenta personalmente e non è necessaria l’assistenza del legale né di altro professionista.
Nota importante per i soggetti sovraindebitati: l’istanza per la nomina del professionista può essere presentata
personalmente.
E’ però necessario farsi assistere da un professionista che dovrà assistere, analizzare la situazione e
predisporre la proposta e gli allegati da sottoporre al professionista facente funzioni OCC che verrà nominato dal
Tribunale.

____________________________________________________

TRIBUNALE DI FIRENZE
Volontaria giurisdizione
Al Sig. Giudice Delegato alle procedure di composizione delle crisi di
Sovraindebitamento di cui alla legge 27/01/2012 n. 3

OGGETTO : istanza per la nomina del professionista ex art. 15 – comma 9 - legge 27 gennaio 2012 n. 3 (Composizione crisi da Sovraindebitamento).

Il sottoscritto ___________ nato a ______ il ___ residente a ______ Codice
fiscale,
premesso
- di versare in una situazione di sovraindebitamento così come definita dall’art. 6 della L. 3/2012;
- che ha intenzione di avvalersi di una delle procedure di cui alla citata
legge;
- che è necessaria la nomina di un professionista che svolga i compiti e le funzioni attribuiti agli organi di composizione della crisi;
chiede
come previsto dall’art. 15 – comma 9 – della Legge 3/2012, la nomina di un professionista che svolga i compiti e le funzioni attribuiti agli organi di composizione della crisi al fine di poter usufruire delle procedure previste dalla citata legge.
Con osservanza,
Firenze il _____________.
IL SOVRAINDEBITATO

 


 2

Richiesta autorizzazione accesso banche dati ex art. 15 comma 10

TRIBUNALE DI FIRENZE
C a n c e l l e r i a f a l l i m e n t a r e
AL SIG. GIUDICE DELEGATO ALLA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE
DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO PROPOSTO DA ____.
* * * *
OGGETTO: richiesta di autorizzazione all’accesso ai dati ex art. 15, comma
10, Legge 27 gennaio 2012 n. 3 (Composizione crisi da Sovraindebitamento).
GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa
REGISTRO PROCEDURA: n.
DEBITORE ISTANTE:
*.….*…..*…..*…..*……*….*
Il sottoscritto Dott. Alessandro TORCINI con studio in Empoli – Via G. del Papa n. 125, nominato dalla S.V. professionista ex art. 15 – comma 9 – legge 27 gennaio 2012 n. 3 con provvedimento in data ,
premesso
che l’organismo di composizione della crisi deve verificare la veridicità dei dati contenuti nel piano del consumatore e nei documenti allegati ed attestare la fattibilità del piano stesso ai sensi dell’art. 15 comma 6 legge 27 gennaio 2012 n. 3;
chiede
che la S.V. si compiaccia autorizzare lo scrivente all’accesso all’anagrafe tributaria, ai sistemi di informazioni creditizie, alle centrale rischi, alla centrale di allarme interbancaria, all’archivio informatizzato degli assegni e ad ogni altra banca dati, anche tributaria, compreso l’archivio centrale informatizzato,
di cui all’art. 15 comma 10 legge 27 gennaio 2012 n. 3.
Con osservanza,
In Empoli il 6 febbraio 2013
L’ORGANISMO DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI
(Dott. Alessandro TORCINI)

3

BANCHE DATI

Istruzioni per l’accesso da parte dell’OCC
(a cura della Dott.ssa Olimpia Chiarugi)

BANCHE DATI – BANCA D’ITALIA:
CAI (Centrale allarme interbancaria):
Al modulo di richiesta previsto vanno allegati:

  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del sovraindebitato;
  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del professionista incaricato;
  • nomina del professionista;
  • accettazione incarico;
  • copia autentica provvedimento giudice delegato.

E’ possibile inviare la richiesta:

-     via fax: 055/2493346;

-     via pec firenze@pec.bancaditalia.it

E’ possibile anche consegnare la documentazione a mano presso gli uffici della Banca d’Italia di Firenze (Via dell’Oriuolo n° 37/39). In questo caso, però, non vi è la data certa della consegna.

Tempo di risposta previsto: 7 giorni.

- CENTRALE RISCHI:

Al modulo di richiesta previsto vanno allegati:

  • fotocopia carta d’identità e codice fiscale del professionista incaricato;
  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del sovraindebitato;
  • accettazione incarico;
  • copia autentica provvedimento Giudice Delegato.

In questo caso è possibile inviare tutta la documentazione scannerizzata alla seguente PEC: firenze@pec.bancaditalia.it.

Anche in questo caso è possibile la consegna a mano presso gli uffici della Banca d’Italia a Firenze, rimane sempre il problema della data certa.

Tempi di risposta previsti: 7 giorni (se la centrale rischi deve inviare la documentazione via PEC) o 10 giorni (negli altri casi). Se non rispondono entro questi termini, chiamare il seguente numero: 050/914111.

ALTRE BANCHE DATI:

-        CTC (Consorzio per la tutela del credito):

La richiesta di accesso a tale Consorzio deve essere effettuata su carta intestata. A tale richiesta devono essere allegati:

  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del sovraindebitato;
  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del professionista incaricato;
  • copia autentica autorizzazione Giudice Delegato all’accesso alle banche dati.

E’ possibile inviare la richiesta:

-     via fax al numero 02/67479250

-     per raccomandata al seguente indirizzo: Consorzio per la Tutela del Credito, Viale Tunisia 50 – 20124 Milano.

Tempi di risposta previsti: al massimo 7 giorni.

-        CRIF spa (Centrale rischi finanziari):

La richiesta di accesso ai dati presenti nella centrale rischi finanziari deve essere effettuata su carta intestata. A tale richiesta devono essere allegati:

  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del sovraindebitato;
  • fotocopia fonte-retro della carta d’identità e del codice fiscale del professionista incaricato;
  • copia autentica autorizzazione Giudice Delegato all’accesso alle banche dati.

E’ possibile inviare la richiesta:

-     via fax al numero 051/6458940 (attivo dalle 8,30 alle 19,00);

-     per raccomandata al seguente indirizzo: Crif spa Ufficio relazioni con il pubblico, Via Zanardi 41 – Bologna.

 

 4

BANCHE DATI

Facsimili e modelli

(a cura della Dott.ssa Olimpia Chiarugi)

 

CAI (Centrale allarme interbancaria)  CENTRALE RISCHI CTC (Consorzio per la tutela del credito)   CRIF spa (Centrale rischi finanziari)